23 gennaio 2014

intarsio a buio


INTARSIO A BUIO

intaccatura  tramite scarpelli e sgorbie

Questa tecnica è sicuramente la più antica e la più emblematica dell'atto dell'intarsio.


Il nome stesso intarsio, richiama e fa pensare a qualcosa da inserire, infatti Tarsi dall’arabo vuole dire incrostazione preziosa. 

In cosa consiste: secondo il disegno o la sagoma prestabilita si scava il legno di fondo per poi inserirvi tessere di legno o di altro materiale quali: avorio, madreperla, pietre dure, o metalli, che saranno uguali alla parte scavata sul piano da intarsiare.

Mia Figlia Francesca, per Natale mi ha regalato un libro cervellotico, che parla all’inizio del libro del paradosso facendo esempi, per la musica J.S.Bach, la matematica Godel , e per la pittura Escher.

la ripulitura dello scasso dove verrà inserita la tessera
sportelli intarsiati


Perché non riprendere un motivo di Escher per fare una tarsia a buio. Ho disegnato una delle sue lucertole che escono da un libro salgono e scendono ritornando al punto di partenza, per creare un pannello intarsiato.


Chissà, quando avrò finito di leggere questo libro, cervellotico,  mi faccia venire qualche altra idea!!



MASTRO SANTI